WS 2019 in collaborazione con V-A-C Foundation, a cura di A.Pocas e J.C.Quindos

 

 

Il workshop finale del corso dell’anno acc. 2018-19 si terrà nei giorni 23-24-25 gennaio 2019 presso il Palazzo delle Zattere, sede della V-A-C Foundation, nell’ambito di un nuovo rapporto di collaborazione fra Iuav e la fondazione del museo moscovita.

Il workshop sarà coordinato – assieme al titolare del corso prof. Renato Bocchi,  dall’architetto portoghese Antonio Pocas, con la collaborazione per le attività multimediali dell’arch. Juan Carlos Quindos dell’Universidad de Valladolid , e sarà presentato ed avviato martedì 22 gennaio ad ore 14,00 nella consueta aula C delle Terese, con due lezioni introduttive di Antonio Pocas, sfocar(te) = 3Art + nArch, e di Juan Carlos Quindos,  Val del Omar nel Museo Nazionale di Scultura: meccanismi spaziali e mistici.

Si allega qui il programma provvisorio, che sarà perfezionato e integrato nelle prossime settimane con il contributo dei coordinatori.

Università Iuav di Venezia

Corso di laurea in arti visive, Dipartimento di Culture del progetto

Corso di Teorie dell’architettura, a.a. 2018-19

Prof. Renato Bocchi

PRIMA BOZZA DI PROPOSTA PER UN WORKSHOP

da tenersi a fine corso – in collaborazione con V.A.C.Foundation entro i locali DK nel palazzo alle Zattere – nei giorni 23-24-25 gennaio 2019

Titolo :

Proun. Dall’arte all’architettura attraverso lo spazio

L’esercizio teorico-pratico proposto agli studenti nel workshop a partire dai contenuti del corso (vedi estratto del Programma allegato) prende le mosse dai concetti spaziali alla base delle esperienze del Costruttivismo Sovietico, per la costruzione di ipotesi sperimentali dei principi organizzativi – fisico-geometrici e d’uso – degli spazi costitutivi di una “dom kultury” ripensata nella contemporaneità.

I gruppi di lavoro, formati da studenti di arti visive e di architettura in collaborazione fra loro, dovranno elaborare, con tecniche differenti a libera scelta (disegni, modelli, collage e fotomontaggi, installazioni, attività performative, elaborazioni video) delle ipotesi sperimentali che propongano una revisione originale di uno o più spazi dedicati all’apprendimento culturale e alla socializzazione secondo un ripensamento del modello storico delle “dom kultury”.

Il workshop consterà di alcune lezioni-conversazioni sul tema e di un lavoro collettivo svolto in squadre di 3-5 studenti e sarà coordinato da un visiting professor (arch. Antonio Pocas, Lisbona) e dal docente titolare del corso,  con la collaborazione anche dell’arch. Juan Carlos Quindos (Valladolid) e con i possibili contributi di operatori della V.A.C. Foundation. Al termine dei lavori sarà allestita una mostra estemporanea dei risultati aperta al pubblico nei locali medesimi del Palazzo delle Zattere in cui si sarà svolto il lavoro.

Il contributo dell’arch. J.C.Quindos verterà in particolare sui seguenti temi:

Architettura e arte: cinque strategie tra lo spazio e la sua rappresentazione:

1.Documentazioni: fedeltà all’oggetto contro soggettività interpretativa.

2.Trasversalità: la serie come struttura concettuale sottostante.

3.Analogie: il riferimento esterno come motore creativo.

 

4.Manipolazioni: lavoro di post-produzione e nuove realtà

5.Narrazioni: tempo come materiale visivo di costruzione.

.img_20190124_150716img_20190124_150613img_20190124_150808