Modalità di esame

Le modalità d’esame previste sono:

1) illustrazione e discussione dell’elaborato del ws finale del corso;

2) in possibile connessione col punto 1, illustrazione e discussione di una personale linea di interpretazione da parte dello studente di alcuni temi trattati nel corso, sulla base di un proprio “diario” scritto-grafico “a tema” o di un proprio “atlante” di immagini e/o citazioni correlate fra loro secondo una mappa di relazioni concettuali e tematiche significative.

Per il concetto di “atlante” si rimanda al saggio di Georges Didi-Huberman sull’atlante di Aby Warburg, di cui si fornisce qui un breve estratto tradotto dal catalogo in lingua spagnola della mostra al museo Reina Sofia di Madrid – cfr.  ATLAS DIDI HUBERMAN pdf

 

Nota

Riporto qui la comunicazione inviata via e-mail in data 9.1.2018:

Poiché mi sono giunte alcune richieste di chiarimento in merito, ribadisco quanto più volte detto in aula e scritto anche nel blog del corso, e cioè:
1. Il workshop finale , che si terrà nei giorni di fine gennaio , è parte integrante del corso di Teorie dell’architettura  e come tale parte anche dell’esperienza di cui discuteremo agli esami.
2. L’elaborato/diario/atlante (con format a vs scelta), costituente la vs riflessione “personalizzata” e “tematizzata” su uno o più temi del corso, sarà presentato agli esami  come avvio della discussione, e potrà – a vs scelta – incamerare in parte o in tutto gli esercizi svolti durante l’anno, o essere invece un’autonoma elaborazione vostra, da aggiungere a quelli.